2.10.09

Palermo cià i cazzi suoi ( e non da oggi)


Palermo: un fiume di spazzatura
Caricato da goosilla.

E poi dice che non sono bestie. Su dieci giorni otto sono stati di malu tiempu, cose effettivamente mai viste, cati e cati d'acqua e la città paralizzata da più di tre settimane di pioggia continua. Obiettivamente, non sono organizzati.
Facendo un giro sul tubo si trovano video divertenti ma anche drammatici come il disastro di via Belmonte Chiavelli o quello riportato sopra che fa la quadratura del cerchio tra un'emergenza rifiuti mai effettivamente risolta e una struttura fognaria da terzo mondo.
Sarà che da quando sono lontano e mi infogno volentieri nella Rete seguo anche cosa succede in città più di quando ci vivevo (chè allora ero un giovin metallaro, me ne fottevo del sociale e mi facevo il sangue marcio perchè tutti i concerti si fermavano a Roma se andava bene) e di recente ho trovato in MobilitaPalermo.org un'ottima fonte zeppa di video e foto che parlano più mille articoli.

Riappacificarsi temporaneamente con la città significa prenderne il meglio e il meglio è quello che ancora resiste perchè dono di natura nonostante la bestia palermitana media si impegni seriamente a danneggiarlo. Un paio di nuotate in un mare cristallino e leggermente freddo, e la spiaggia semi-deserta, due polipetti bolliti mangiati al volo in piedi, vero fast-food!, e una brioche gelato e panna ma non la brioche come la intendete voi, bestie di milanesi del cazzo!, la vera brioche possono darti l'illusione che un altra città è possibile.
Ogni città ci avrà pure i suoi cazzi da cagare ma Palermo ne ha di dimensioni giganteschi e insormontabili.


2 commenti:

Alex ha detto...

Parole sagge. Purtroppo succede questo quando si costruisce a pene di segugio e quando si vive alla giornata senza un minimo di programmazione. Mi dispiace davvero per Palermo (citta' che mi attira molto e che non ho ancora visitato) ma in questo non e' nulla di speciale dal resto d'Italia dove solo il caso non porta ancora piu' tragedie.

Romilar ha detto...

visitala, te la consiglio, da turista si può anche fare, ci stai poco, prendi il meglio. Come cerco di fare io :)