22.8.08

Songs for Turdo

Inauguro un nuovo tag e ci faccio un post. Songs for Turdo raccoglierà tutta la roba che avrei piacere che Turdo ascoltasse ma che non ho la possibilità di sottoporgli (perchè gli bombarderei la mail) neanche via msn. Anzi se sei su msn passa il contatto!

Chi è Turdo? Turdo è Turdo, memorizzato sul mio cellulare come Furte ma questa è un'altra storia, la stessa per cui io sono Finch dopo una metamorfosi tra Fenst, Fist, Funst e altro ancora.
E mannaggia all'animaccia che domani non ci sei, ti penserò quando faranno Locust Star. Turdo è anche quello, tra l'altro, che mi ha fatto riascoltare un disco come Through silver in blood che era a casa mia ma che avevo accantonato dopo i primi due pezzi. Pesantissimo, in senso negativo, per me, allora. Oggi invece me lo sono sparato pure sotto la doccia, pensa te.
Ieri mi ha dato l'ennesima soddisfazione, lui e la sua picciotta sono in trip da Hypnos 69, pensa te, una coppia sguinzagliata alla ricerca di una misconosciuta band belga totalmente dedita al retro-rock, una coppia che si scambia impressioni estasiate su chessò Isis o King Crimson, cristo, dio quando li accoppia a volte ci inserta!
E Songs for Turdo inizia con i Minsk. Turdo, porcaccia l'animaccia, dici di leggermi, allora ascolta!


Ieri sono rimasto fulminato dall'ascolto del loro primo album Burning uscita per la fantomatica Liza Falzone recordings. Burning contiene tutti gli elementi di post-doom e post-metal che i Minsk andranno a sviluppare nei due album successivi. Nessuno è così vicino all'universo sonoro Neurosis come i Minsk e tuttavia hanno una fortissima personalità. Di quell'universo sonoro i Minsk riprendono il sound tribale, l'uso eccentrico e parsimonioso di strumenti come violini e cornamuse e cori femminili.
Burning non ha ancora la produzione mastodontica di veri album come Out of a Center Which Is Neither Dead nor Alive o ancor di più di The Ritual Fires of Abandonment ma rimane un gioiellino che in pochi sembrano conoscere.
Turdo, perchè non entri nel club? Ma sì, mettiamoci anche un link da cui scaricarlo aggratis, i Minsk ci ringrazieranno.

1 commento:

mauro ha detto...

Caro Finch,
questa volta è doveroso da parte mia scrivere 2 righe rubando 5 minuti di lavoro in ufficio (anche se sono ormai "fuori orario") per mandarti vivi ringraziamenti (le panelle un'altra volta magari) per le tue segnalazioni e per l'onore ricevuto. E devo dire "cazzo" hai ragione... solo un ascolto superficiale dei Minsk ma mi hanno ricordato i neurosis e quindi absolutly da approfondire!
Ovviamente ho letto anche dei Neurosis al mammamia e ri "cazzo" quanto avrei voluto esserci! Peccato per i gargi, presenti ovunque, chiamali come vuoi, ma sempre gargi sono!
Allora Songs for Turdo forever!